Aree di intervento

Le differenti fasi della vita e della coppia generano nuovi bisogni e nuove modalità comunicative nei due partners, nonchè continua necessita di mediazione che non sempre la coppia riesce a trovare.

Il passaggio dall’innamoramento all’amore:
La coppia non è qualcosa di fisso e immutabile, ma cambia nel tempo. Man mano che prosegue la conoscenza e la frequentazione dei due partner, i sentimenti dell’innamoramento possono evolvere in qualcosa di più profondo, possono evolvere in amore. Altre volte invece le coppie non riescono a fare questo passaggio.
Quando ci si conosce più intimamente, nasce una visione più realistica del partner e così vengono viste le caratteristiche che possono non piacerci dell’altro. Se questo processo comporta una delusione troppo elevata rispetto all’idillio iniziale, ecco che subentra la crisi.
Inoltre una coppia stabile e duratura potrà attraversare nel corso della sua esistenze varie vicende, le quali potranno cambiare sia i partner, sia la loro relazione.
Talvolta però i cambiamenti possono riguardare in prevalenza uno solo dei partner, o entrambi, ma possono non andare nella stessa direzione.

La convivenza o il matrimonio
Iniziare a vivere sotto lo stesso tetto implica una condivisione di tempi e spazi ben più ristretta. Questa nuova condizione può scatenare in alcuni sensazioni di “perdita della propria indipendenza”, di “legame che soffoca”.

Diventare genitori:
L’arrivo di un figlio spesso più o meno desiderato irrompe nella vita della coppia co i suoi bisogni. Si tratta di un cambiamento importante che costringe la coppia alla costruzione di un nuovo equilibrio e di un nuovo modo di stare insieme.

Educazione dei figli
La coppia può avere difficoltà nella gestione dell’educazione dei figli e avere difficoltà nel sostenere i cambiamenti che la crescita dei figli comporta. Spesso un figlio adolescente mette in discussione gli schemi familiari e sollecita i genitori a mettersi in discussione come individui e come coppia.

La sindrome del nido “vuoto”
Con questo termine si indica la sindrome che i genitori si trovano a vivere quando i figli se ne vanno di casa. La coppia si trova a dover affrontare un senso di solitudine e abbandono ritrovandosi a vivere da soli nel nido dove prima si occupavano della prole.
Questa sindrome è avvertita dalla coppia in modo più intenso quando i partner hanno investito quasi unicamente sul loro ruolo genitoriale a scapito della relazione di coppia.

Rapporto difficile con le proprie famiglie d’origine
Spesso le coppie possono necessitare di un aiuto nella gestione del rapporto con le famiglie d’origine magari troppo intrusive nella vita dei due partner.

Problemi legati alla sessualità:
La vita sessuale all’interno della coppia è un aspetto molto importante che descrive e riflette la qualità della relazione.
Nell’unione sessuale le due parti vivono un’esperienza singolare, quella di uscire quasi da se stessi per fondersi con l’altro e di perdere la propria individualità per assumerne un’altra reciprocamente partecipata.
La sessualità non è un elemento statico, essa cambia e si evolve nel tempo cosi come cambia anche il rapporto tra i due partner. E la sessualità assume forme, significati e conseguenze diverse all’interno di ogni singola coppia.